Se a Milano l’aria è cambiata…

Giuliano Pisapia al 48%, Letizia Moratti al 41% circa. Nello scorso week end, questi sono stati i risultati della tornata amministrativa per eleggere il Sindaco di Milano. Per la prima volta dopo tempo immemore (se non sbaglio, 18 anni) la coalizione di Centro-destra non solo non ha conquistato la maggioranza al primo colpo ma, addirittura, ha rischiato di non andare nemmeno al ballottaggio. Eppure, la Milano morattiana, è la Milano che tanta carne ha messo al fuoco negli anni scorsi e che tanta ne metterà nei prossimi a venire. Expò 2015, linea 4 e 5 del metrò, provvedimenti “coraggiosi” come Ecopass o aree a traffico controllato, sono solo alcuni dei progetti o dei provvedimenti che hanno fatto capo alla uscente giunta Moratti. Ma l’immagine dinamica della Milano che si muove e che si propone come laboratorio politico, civile ed industriale per l’Italia, non è bastata per confermare i risultati delle scorse elezioni comunali. Perchè? E’ stato un problema di volti? o di incapacità, ad esempio a dare le giuste risposte a livello territoriale? Oppure di scarso appeal della coalizione o ancora dell’apparire sulla scena di un competitor particolarmente carismatico come Pisapia? Mah, se mi sento assolutamente di escludere l’ultima ipotesi, credo che tutto il resto abbia una sua valenza e che tanti siano stati gli errori e le inutili ridondanze di concetto che ad esempio hanno caratterizzato la campagna elettorale del centro destra. Intanto partiamo da Silvio “il santone” che con l’intento di sostenere la sua lieta Letizia, si è presentato come capolista del Pdl ed è stato sonoramente dimezzato nei voti di preferenza rispetto alla passata elezione: 28.000 voti contro 56.000, una batosta assoluta per il Premier. Non sarà stato mica perchè il Silvio, lui rappresentante di alta carica istituzionale, abbia intrapreso la pericolosissima strada del martire giudiziale, vessato da magistrati malavitosi e soprattutto di sinistra, creando quindi una spaccatura tra organi istituzionali? Forse che la scelta di delegittimare tutto ciò che non sia berlusconide, abbia rappresentato e stia rappresentando una strategia sbagliata, oltre che un pericoloso (per lui) azzardo? Inoltre, vogliamo tacere che le vicende delle sue star e starlette, possono aver dato al popolino un’immagine leggermente pecoreccia del proprio capo? Forse…
E di Letizia che diciamo? intanto che ha sonoramente sbagliato l’ultimo confronto con Pisapia in tv su Sky quando a tempo proditoriamente scaduto, l’ha accusato di cosa facilmente dimostrabile non essere vera, cioè di esser stato condannato per favoreggiamento verso personaggi del terrorismo rosso. Stupida mossa che si è rivelata oltre che menzognera anche un boomerang che le si è rivoltato contro. Certo ci sono stati anche fatti più marcatamente politici che l’hanno in parte affossata: i litigi per le nomine in area Expò, sono tra i ricordi di molti ed il rischio che la manifestazione vetrina per Milano possa partire con ritardi e pasticciacci dell’ultimo minuto è più che concreto. Un’altra buccia di banana su cui sarebbe stato meglio non inciampare. Ma al di la di tutto, credo che per i cittadini milanesi, il punto focale per desiderare aria di rinnovamento e facce nuove, penso sia stato la lontananza e l’incapacità della giunta a dare risposte concrete al bisogno della cittadinanza. Sicurezza, qualità dei servizi, situazione delle strutture sportive ad esempio. Parliamo di sport a Milano: solo se sei un calciatore è molto semplice praticare. Se sei un nuotatore agonista, le cose si complicano: le piscine a Milano ci sono ma a Milano sono in mano ad un’organismo che perde milioni di euro ogni anno e che soprattutto non offre che attività di base e poco altro alla sua utenza. Eppure Milano è stata “capitale europea dello sport” nel 2009, brrrrr, da brividi. Andiamo a parlare allora di misure anti inquinamento? Ok, proviamo a definire l’ecopass? cos’è se non un balzello di autorizzazione ad inquinare??? E le domeniche a piedi che magicamente scompaiono in primavera?? Spesso quelle che vengono programmate non sono nemmeno in coordinamento con l’area omogenea metropolitana. Quindi lo smog c’è o non c’è? Fino a febbraio si, ma ad esempio, magicamente a dicembre in pieno shopping prenatalizio, il pm10 si azzera. Chissà per quale misterioso miracolo atmosferico. Insomma questa melassa che semplicisticamente ho provato a descrivere, ha prodotto il risultato di santificare l’avversario. Purchè non sia Letizia (o Silvio) va bene anche l’ex difensore dei rossi extraparlamentari o leoncavallini. Bene, personalmente sono contento. Dopo anni di arrogante stagnazione, arrogante perchè così si presentava la coalizione destrorsa, sicurissima di attingere voti a mani basse, finalmente i miei concittadini hanno dimostrato un minimo di vitale senso critico e sono usciti dalle logiche del voto di convenienza e dalla rete dei clientelismi, rete che purtroppo ho provato anche sulla mia pellaccia quando mi son trovato ad avere a che fare con amministrazioni comunali vicinissime a quella morattiana. Va bene, ora bando ai trionfalismi, tra pochi giorni si va al ballottaggio e li entrerà in gioco anche il voto di scambio. Curiosissimo di vedere dove andremo a parare…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...