“Sai bene che con la testa io arrivo ovunque…”

Milano, 26 dicembre 2010, Santo Stefano. Le prime ore di questo giorno che nasce. Sono quasi le quattro, mille e più sono i miei pensieri. Vorrei elencarli uno a uno ma poi mi chiedo: a chi potrebbe interessare? Intanto non dormo, non ne ho la voglia. Quindi me ne sto qui, seduto su questo letto, portatile acceso, ad ascoltare il rumore del mio silenzio. The sound of silence, a raccontarmi di ciò che è stato e di ciò che sarà, o che potrebbe essere. Dolce e amaro il passato, che sapore avrà il mio futuro? Darei tanto per saperlo ma, come per tutti, dovrò assaporare giorno per giorno, poco alla volta. Ora penso a Ste, che oggi farebbe l’onomastico e che invece è soprattutto la presenza incorporea di un ricordo. Ho sempre stupore ed incredulità nel ricordare ciò che è stato ma, la situazione non può essere cambiata. Che strana è la vita: ti fa pensare di averne in mano i destini e poi, con un colpo di coda ti dimostra l’esatto contrario. Tant’è, questo chiamasi fato. Vabbè, bando a me stesso, forse sarà il caso di rifare il tentativo di dormire. Ormai le quattro son passate da un po’…

Un pensiero a te, si…proprio a te.

Paolo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...