Berlusconi, l’aggressione ed i 50 mila di facebook…

Il fatto ha destato scalpore: Berlusconi, Presidente del Consiglio in carica è stato aggredito ieri sera da uno squilibrato che gli ha tirato una statuetta in pieno volto al termine di un comizio in Piazza del Duomo a Milano. Le immagini del Premier sanguinante e dolorante hanno fatto il giro del mondo. Tante sono state le reazioni a livello politico con i commenti di praticamente tutti i leaders di governo e opposizione. Tantissime sono state le persone che oggi in metropolitana ed in treno ho sentito dialogare su questo fatto incredibile e choccante. L’onda emozionale mi è sembrata piuttosto alta e viva e questo è certamente prevedibile a fronte di una simile clamorosa vicenda. Ma alto e vivo sembra essere anche il livello di intolleranza e di violenza per posizioni ed idee, in questo caso politiche, differenti dalle proprie. Tutto ciò mi sembra assai preoccupante. Poi c’è Facebook ed il mondo dei social networks: qui le reazioni alla vicenda cruenta sono state (forse) in certa parte sorprendenti. I sostenitori dello squilibrato aggressore di Berlusconi sono stati quantificati in circa 50 mila. Ok, fermiamoci un attimo e proviamo a ripetercelo: 50 mila persone hanno espresso pubblico sostegno ad un’aggressione che è soprattutto indegna di un paese anche minimamente democratico. Qui la vicenda e l’attenzione devono, a mio modo di vedere, spostarsi dal fatto (gravissimo) in se per andare ad analizzare ciò che sta diventando il ruolo e l’influenza di Facebook e degli altri social network nei comportamenti e nei modi di comunicare della gente che in essi vi è iscritta. Proprio per questo ho scelto Facebook per le mie considerazioni e per le mie note. Sono su Fb da qualche annetto, diciamo prima che la "piena" di persone ne scoprisse il fascino e lo facesse diventare il maggior sito virtuale del mondo. Bene, l’impressione che ne ho ricavato è che con Fb sia cambiato tantissimo il modo di comunicare della gente. Soprattutto, la cosa che mi sembra debba preoccupare a livello antropologico, è la perdita dei significati in ciò che viene messo per iscritto. Sembra che nel grande tritacarne mediatico e circondati da tanti, tantissimi amici che in qualche caso nemmeno si conosce, ma che si è sempre pronti ad esibire a mo’ di riconoscimento sociale, si possa scrivere ed "urlare" qualunque cosa. Mescolati nella massa più o meno indefinita, alcuni possono avvertire il desiderio di distinguersi e di farsi notare. Purtroppo noto che questo tentativo porta spesso a "spararle grosse" piuttosto che a scriverle intelligenti: eccole allora le affermazioni dopate nei significati: "ammazziamo Berlusconi" oppure "Viva Totò Riina il capo dei capi" o ancora le varie esaltazioni a quello stupratore o quell’altro serial killer. Ragazzate o affermazioni scherzose per taluni, pericolose perdite di buon senso e ed alterazione del senso della realtà per il sottoscritto. Senza contare che a furia di pronunciare certe frasi "sconnesse", alla fine poi le si fa diventare rispondenti alla realtà o almeno verosimili. Questo dovrebbe far pensare qualcuno, almeno i gestori del sito che di esso dovrebbero garantirne un certo livello di controllo. Cerco di pensare al fruitore tipo di fb: giovane, tecnologico, studente, non sempre maggiorenne. Maturo? In alcuni casi certamente, ma in altri? Vedo che cominciano ad esserci pubblicazioni sugli effetti distorsivi di certa frequentazione su piazza virtuale. Siamo ancora agli inizi e forse è in atto il tentativo di capirci qualcosa. Io vorrei che ci fosse maggiore autocontrollo e che le persone dimostrassero intelligenza e non idiozia al fine di uscire dalla massa. E forse un minimo di proibizione per taluni soggetti deboli, sarebbe utile. Ma sembra che tutto questo sia terribilmente fuori moda e soprattutto fuori dai moderni canoni educativi.
Addapassà a nuttata???

Un saluto a chi mi ha letto, Paolo.

Annunci

One thought on “Berlusconi, l’aggressione ed i 50 mila di facebook…

  1. paoletto… grazie per il saluto finale! :Dinveritá kuesto fatto di berlusconi, come tu dici, ha fatto il giro del mondo e anke kui siamo venuti a saperlo… sai? all´inizzio sinceramente io non gli ho dato molta importanza… perke come saprai ongni paese ha i propri "guai" interni ai kualli credo sia logico vedere per prima anzi ke kuelli internazionali… e sommato al fatto ke i mezzi di comunicazione non sempre son del tutto veri e fanno piú grande la notizia… non gli ho prestato atenzione nel momento… ma adesso ke son gia passati un paio di giorni e altri successi collegati a kuel fatto (mi referisco al fatto ke kualkuno a cercato di entrare al hospedale dové ricoverato berlusconi, secondo le notizie di oggi) vedo ke il fatto va piú in lá dal essere o no daccordo politicamente con kualkuno… e a kuesto punto leggendo la tua riflessione… mi rendo conto ke comparto due punti con te! 1. é incredibile ke i paesi kiamati democratici siano kuelli ke meno abbiano la capacitá di trovare un modo di dialogare per arrivare a una soluzione (lo dico anke per noi kui in el salvador) senza violenza e rispetando i pensieri, principi, ideologie o kuel ke sia delle altre persone. é vergognoso ke la gente aplauda, comparta o aprovi ke kualkuno non molto ekuilibrato vada in giro facendo kueste scenate come se niente fosse… cosa sarebbe sucesso sé invece di berlusconi avessi colpito kualkun altro ke a molti fossi caro??? con kuesto io non dico ke magari berlusconi non se lo meritassi… anzi!!! pero non bisogna perdere la obiettivitá del accaduto… e kuesto mi porta al altro punto ke comparto con te….2. kuando tanta gente comincia a scrivere su siti sociali online e noti ke solo sono parole senza obietivitá e senza opinione seria e propria, il sito perde credibilitá e serieta! perció al mio parere non é kualcosa ke ne valga la pena farci caso e perke a kuesto punto van trati come loro vogliono essere tratati…. cioé superficialmente! é un pó triste arrivare a kuel punto… ma bisogna essere maturi e riuscire a separare gli spazi in kui ci si comunica… ankio ho fb e ho cari amici e parenti con i kuali per kuel mezzo ci comunichiamo ma sappiamo anke ch´é un sito in kui ci si scherza, fai vedere le foto e comparti momenti belli…. ma fin li! e se dobbiamo parlare di cose serie ne parliamo altrove o personalmente…. mmmm… credo ke mi sono distesa troppo nel comentario…jajaja… perció per concludere ti lascio un enorme abbracione e bacione, continua ad essere obtivo nelle tue critike e spero continuare a leggere le tue riflessioni visto ke sono interessanti!!! :Dciao ciao.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...