Una giornata “particolare”.

Oggi 15 luglio, vorrei come prima cosa fare gli auguri di buon compleanno ad Adriana, la madre di un mio ex atleta che allenavo a Segrate. Dopo di che, mi metterò in paziente attesa. Paziente ma ansiosa attesa. Oggi infatti sapremo. Conosceremo stasera il nostro destino. Di cosa parlo? Del solito problema lavorativo che affligge quella scapestrata e derelitta categoria degli insegnanti sportivi, istruttori, allenatori, assistenti bagnanti che siano. Come sempre, senza tutele contrattuali, saremo tutti lì, stasera alle 19 ad ascoltare il nostro nuovo capo, il politico di turno che, divenuto "Presidente" della solita "municipalizzata", verrà a dirci che in piscina le cose sono cambiate a livello gestionale e che, causa ottimizzazione delle attività, da domani la piscina funzionerà "così e cosà". E noi saremo lì, con la cronica spada di Damocle a penzolare sopra le nostre teste, sperando ardentemente che le attività per le quali siamo specializzati in vasca, non vengano brutalmente soppresse. Sapendo che se ciò accadrà, nessuno potrà farci nulla e l’unico rimedio sarà quello di trovarsi un nuovo incarico presso altro centro. Tireremo un sospiro di sollievo se, magnanimamente il nostro nuovo padrone (meglio forse "badrone"???) dirà: "ehi gente, non preoccupatevi, tutto resterà invariato". Saremo col sangue al cervello se verranno pronunciate parole contrarie. Io mi sto specializzando in questo tipo di attese ma che si vuol fare? allenare mi piace più di ogni altra cosa. Vedere ed osservare la crescita fisica e mentale, oltre che tecnica e agonistica dei ragazzi che alleno, è qualcosa di impagabile, più di certe grettezze contrattuali. Chi mi legge, potrà con buona ragione darmi del matto, ed io per certi versi sarei pure d’accordo, ma più che matto, mi sia concesso, vorrei definirmi un idealista sognatore, speranzoso che un giorno, anche a questa mia bistrattata professione verrà riconosciuta la giusta e doverosa dignità del caso.
 
Un saluto.
 
Paolo    
Annunci

8 thoughts on “Una giornata “particolare”.

  1. tutto può essere…perchè fasciarti la testa prima di cadere??? è un’utopia lo so.
    pensa che ogni anno (esattamente a luglio proprio per "intossicarti" le vacanze)arrivano ordini dall’alto di una riduzione del personale e ogni volta si gioca alla roulette russa.
     che dire?? incrocio le dita per te e per mio marito :-)

  2. Oggi è la seconda volta che cito questo aforisma, è bello e opportuno per il tuo articolo: LA SPERANZA E’ UNA COSA BUONA, FORSE LA MIGLIORE E LE COSE BUONE NON MUOIONO MAI! Ciao e in bocca a lupo.

  3. Novità…eh..a saperle. Dunque dunque: riunione in politichese, tante parole e nessun contenuto. Tutto è ancora da definire e…quindi ci si riaggiorna al 28/29 prossimi. Insomma, tutto in alto mare. Tanto chi rischia il posto sono solo una ventina di persone. Unica cosa positiva: tra i nuovi capi, c’è anche un mia vecchia conoscenza dei tempi passati. Con lui lavorai bene nel 1999 e ci siamo rivisti volentieri oggi. Si vedrà!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...