Cambiamenti: che palle!

La mia vita continua a cambiare e questo dovrebbe essere normale; capita a tutti. Però credo che non sia normale che continuino a cambiare anche quelli che dovrebbero essere i "punti fermi", le "linee guida" della mia esistenza. Quando ero più giovane mi divertivo a pensare a come sarebbe stata la mia vita a 40 anni. Mi vedevo stabilizzato in una situazione normale in cui avevo una compagna e magari dei figli, un lavoro sicuro ed una esistenza divertente. Ora che di anni ne ho 42, devo constatare che tutto ciò che avevo immaginato non corrisponde a realtà. Sono rimasto un po’ "peter pan" con storie d’amore vissute male, un lavoro ballerino (a proposito: quasi quasi ci vado ad allenare a Reggio Emilia) e la consapevolezza di non avere più 20 anni. Mi piace giocare e prendere le cose un po’ alla leggera, però il dubbio ora si fa corposo: e se mi decidessi a crescere davvero? Però ho paura che poi crescendo ed affrontando questa realtà così come ci viene proposta, il sorriso e  la gioia di vivere vadano irrimediabilmente a perdersi. Sarà una paura da vincere.
 
Tristezza e rassegnazione.
 
Particella di cloro
Annunci

2 thoughts on “Cambiamenti: che palle!

  1. Caro Paolino, condivido i tuoi dubbi e le tue paure riguardo a questa realta’, cosi’ come viene proposta. Anch’io, come te, alla mia veneranda eta’, vanto qualche storia d’amore vissuta male, e anch’io, come te, ho sempre avuto il desiderio di poter avere e vivere una storia d’amore "normale", stabile, magari fino alla fine dei miei giorni. Sono pero’ fermamente convinta che crescere non comporti necessariamente perdere il sorriso, la gioia di vivere per me non e’ direttamente proporzionale al grado di maturita’. Si puo’ essere un po’ fanciulli interiormente anche se le scelte di vita fatte ci costringono a far fronte a responsabilita’ gravose, quindi provare ad assolverle con serenita’ e lieto spirito.. Il sorriso, in quasi tutti i casi, si perde solo se siamo noi a non conservarlo e coltivarlo. E per quel che ti conosco posso dire con sicurezza che tu, il tuo sorriso, non lo smarrirai.. Quindi non avere paura. 
    Io per il 2007 mi sono proposta di migliorarmi, conformando me stessa a cio’ che mi circonda e alla realta’, cosi’ come mi viene proposta (al contrario, prima cercavo di adeguare il mondo a me.. che errore!). Ora attendo paziente e fiduciosa che l’Amore torni a bussare alla mia porta (aperta!).. Buona fortuna, per entrambi!
    Con affetto sincero e smisurato. Minnie.

  2. Non so cosa aggiungere, cara Minnie. Spero solo che sia come dici tu: cioè che non perderò il mio sorriso. Molto dipende dai momenti che vivo. Ci sono delle volte che sono convinto che valga la pena ridere anzi, sorridere, ed in quei momenti mi sento forte, fiducioso e pronto a vincere ogni situazione. Ci sono altre volte in cui mi sento solo tra la gente e lì mi casca il mondo addosso e (purtroppo) reagisco con fatica.  Forse devo ispessire la mia corazza anche se sono già un 42enne.
    Saluti, Paolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...